RIPARTIAMO DA BRESCIA

Ripartiamo da Brescia, ripartiamo dal Golgi!

Confesso che il rientro è stato un po’ “traumatico”, quanto meno per la tempistica alquanto improvvisa … e confesso che mi sto ancora ambientando nella nuova scuola …

Ma da qualche giorno, precisamente da mercoledì scorso, sono nuovamente “bresciano”: insegno Teoria della Comunicazione all’indirizzo tecnico-grafico dell’Istituto Golgi di Brescia.

Nuova avventura, nuovo programma, nuovi colleghi, nuove classi e nuovi alunni … ma stessa passione e stesso entusiasmo!

LA SOLIDARIETA’ DELLA FISM PER LE COMUNITA’ COLPITE DAL TERREMOTO

La FISM nazionale esprime la sua solidarietà e si unisce all’abbraccio che tutto il Paese ha rivolto alle famiglie colpite dal terremoto, che ha distrutto le località di Accumoli, Amatrice, Arquata, Pescara del Tronto e molti altri Comuni del Centro Italia.
Il numero delle vittime è elevatissimo; tra di esse – purtroppo – vi sono anche molti bambini.
Certo, ci vorrà molto tempo per la ricostruzione strutturale; ma la priorità non potrà che essere orientata alla ricostruzione della Comunità e all’attivazione/ripresa del servizio delle scuole dell’infanzia per tutti i bambini in età, con particolare attenzione a quelli che hanno vissuto drammaticamente l’evento dei ripetuti sismi.
La nostra Federazione, come già accaduto in occasione del sisma dell’Aquila e di quello dell’Emilia, metterà in campo una stretta ed operosa collaborazione tra i livelli nazionale, regionale e provinciale, per individuare bisogni immediati e prospettive di intervento, soprattutto con riferimento alle “nostre” scuole colpite e alle bambine e ai bambini di quei territori.
Le nostre scuole, in questa primissima fase, possono testimoniare la propria solidarietà inviando contributi direttamente alla FISM nazionale, utilizzando il seguente conto corrente bancario:

IT 71 C 03002 05205 000005446325 Unicredit Banca di Roma – Agenzia di Roma Torre Argentina – L.go Torre Argentina 6 – ROMA o il seguente conto corrente postale 82631003 intestato a: FISM – Via della Pigna 13/A – 00186 Roma esplicitando la causale “Terremoto”.

Sarà premura della Segreteria nazionale coordinare le possibili future iniziative, dandone notizia a tutte le scuole associate.

La FISM Nazionale Roma, 26 agosto 2016

ANCHE QUEST’ANNO IN CAMMINO

Questo è stato un anno molto intenso.

Intenso innanzitutto perché ho cambiato lavoro (e, in parte, ho cambiato città); e questo cambiamento è stato talmente “ricco” da non riuscire nemmeno a pensare come avrei potuto farne a meno.

E intenso anche per il nuovo impegno associativo, che è faticoso ma – credo – molto molto importante.

Queste è stata un’estate molto intensa.

Intensa innanzitutto perché è iniziata con la straordinaria esperienza di Cracovia, nel corso della quale ho conosciuto tanti ragazzi speciali! E nel corso della quale mi è parso che Papa Francesco, durante la Veglia del sabato notte, nella distesa del Campus Misericordiae, parlasse proprio a me! La GMG e i giorni che ho poi trascorso in Campania mi hanno aiutato a rendere più profondi alcuni legami di amicizia e a sperimentare l’accoglienza, l’ospitalità e … il Sole nel cuore!

Ora, questo cammino. Anche quest’anno un pellegrinaggio. Anche quest’anno, la partenza è ricca di domande. Anche quest’anno, sono certo, tornerò con tante più risposte.

IN PARTENZA PER CRACOVIA

Risultato immagine per immagini gmg

Chi l’avrebbe mai detto?

Dopo la JMJ di Parigi 1997 e la GMG di Roma 2000, credevo di aver chiuso il capitolo delle Giornate Mondiali della Gioventù … o meglio, ho sempre seguito con attenzione questo percorso, ma non pensavo che vi avrei partecipato nuovamente di persona …

Eppure, i casi della vita spesso sono strani; e così, è arrivata la telefonata di un amico che mi ha fatto questa proposta, una chiacchierata, una cena insieme … e abbiamo deciso di ritornare a vivere questa esperienza.

Ma – si potrebbe dire – tu non sei più giovane!

Vero. O forse no … Ma, in ogni caso, questa è un’esperienza che vivrò (anzi, che vivremo) in maniera totalmente nuova, perché accompagneremo un gruppo di ragazzi disabili … insomma, un’esperienza straordinaria nella straordinarietà della GMG.

Cracovia … stiamo arrivando!

AL VIA LA MATURITA’

Inizia mercoledì la maturità 2016: oggi si è insediata la Commissione, io sarò Commissario esterno per Filosofia e Scienze Umane al De André di Brescia … non mi resta che augurare buon lavoro agli insegnanti coinvolti e ai ragazzi che affrontano questa importante prova, nella speranza che si possa lavorare ovunque in un clima di serenità, valorizzando quanto di buono i ragazzi sapranno esprimere.

 

DA 25 ANNI … IL DIRITTO DI ESSERE BAMBINI!

Nel 1959, l’ONU ha votato la Dichiarazione dei diritti del fanciullo, un decalogo in cui, per la prima volta, i minori di 18 anni erano presentati come titolati di diritti e non più soltanto come “oggetto di tutela” da parte degli adulti: il “fanciullo è persona” a pieno titolo, da promuovere in tutte le sue potenzialità; per questo, i diritti sono “dei” bambini, in un certo senso sono “proprietà” loro!

Per questo motivo, il 1979 – in occasione del ventennale della Dichiarazione – è stato proclamato Anno internazionale del fanciullo, proprio per polarizzare l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale sull’importanza di questo tema e sensibilizzare rispetto alle troppe situazioni in cui questi diritti sono rimasti solo “carta stampata”; per superare una visione solamente assistenziale dell’infanzia e favorire invece una visione che valorizzi lo sviluppo e la formazione di ogni bambino.

Oggi, il testo di riferimento più chiaro e completo è, però, la Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia, approvata senza alcun voto contrario dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989: un testo ampio (54 articoli), che intende promuovere lo «sviluppo fisico, mentale, spirituale, morale e sociale» dei bambini (artt. 27, 32) e che – a differenza della precedente Dichiarazione, che richiede un’adesione “solo” ideale – è realmente vincolante per gli Stati che l’hanno ratificata, in quanto sono chiamati ad adeguare le loro leggi interne alle norme contenute in questo documento, per esempio in tema di prostituzione infantile, di lavoro minorile, di adozioni internazionali.

L’Italia ha ratificato questa Convenzione con la legge n. 176 del 27 maggio 1991: da 25 anni, è riconosciuto il diritto di essere bambini!